lunedì 10 agosto 2020

Seeds of freedom

Seeds of freedom: riddim #1, del Collettivo Moonflowers:


  

Questa è la nostra rivisitazione di “Seeds of freedom” di Manu Chao, che l’artista ha messo a disposizione di chiunque voglia reinterpretarla per sensibilizzare il pubblico sulla questione Monsanto (specialmente in America Latina) e raccogliere poi su un'unica pagina web tutti i contributi

http://www.manuchao.net/news/seeds-freedom-collaboration

 

Nella nostra versione le parole della canzone appaiono nel video, mentre al posto del canto ci sono estratti di conferenze e trasmissioni radiofoniche relative al problema Monsanto.

Questo video è stato realizzato montando per lo più clip gratuite, messe a disposizione da vari utenti sui portali. Grazie quindi alla comunità generosa del web, che con ogni tipo di contributo multimediale genera ed alimenta stimoli, idee e materiali per realizzarle.

Il collettivo Moonflowers pratica e promuove il più possibile il riciclo, l’autoproduzione, l’eco-sostenibilità e la contribuzione ai contenuti del web. Tutte le produzioni audio e video sono realizzate con software libero e basate su Linux. La fisica distribuzione della produzione si appoggia prevalentemente su supporti di seconda mano riutilizzati (cd, cassette, memorie sd o usb). Anche gli strumenti musicali e l’hardware elettronico utilizzati sono quasi totalmente di seconda mano.

Manu Controvento: basso, campionatori, percussioni

Francis l'Olonese: chitarra elettrica

i crediti relativi a video ed audio utilizzati sono nelle informazioni del filmato (youtube, vimeo)

 

realizzato con:

Qtractor (registrazioni & mix)
JAMin (mastering)
kdenlive (editing video)

su sistema Ubuntu Studio

 

lunedì 6 luglio 2020

Serata divulgativa per SpinTool e la produzione audio su Linux



Giovedì 9 Luglio, al Magazzino Parallelo (Cesena) terrò una serata "divulgativa" sia sul mio software SpinTool che più in generale sulla produzione musicale su sistema Linux!

Questo è il link all'evento:

https://www.facebook.com/events/906710526479009/

martedì 23 giugno 2020

Canzone del maggio (trascorso)





realizzato con

Qtractor (registrazioni & mix)
JAMin (mastering)
kdenlive (editing video)

su sistema Ubuntu Studio

sabato 2 maggio 2020

SpinTool! nuovo software per live performance su Linux

Una cosa che mi occorrerà su Linux è un software per live performance (diciamo un'alternativa free ad Ableton Live per intenderci). Qualche tempo fa ho scoperto SuperBoucle e mi è sembrato molto valido, ma necessitava di nuove funzioni e di correggere qualche malfunzionamento.. ho provato inizialmente a segnalare all'autore (Vampouille) queste richieste, ma poi mi ha fatto capire che non aveva più il tempo per occuparsene. Allora ho deciso di provare a modificarlo io! Inizialmente avevo scartato l'idea perché è scritto in Python che è un linguaggio che non avevo mai usato; inoltre non avevo mai programmato su Linux.. Comunque ho deciso di provare e così adesso esiste SpinTool!




Oltre ad alcune correzioni, le principali novità che ho apportato sono:
  • Clip "One-shot" (eseguite una volta anzichè in loop)
  • Creazione di nuove clip direttamente da controller MIDI
  • Illuminazione di tutti i bottoni del controller MIDI
  • Finestra delle Preferenze
  • Riproduzione di una clip subito dopo averla registrata
  • "Lock" delle clip (ne impedisce l'uso per registrare)
  • Visualizzazione dettagli della clip quando ne viene richiesto l'avvio
  • Visualizzazione dettagli della clip quando il suo volume viene modificato dal controller MIDI
  • Formato griglia Preferito, per adattarla alla dimensione del controller
  • Utilizzo di grandi fonts nella finestra Scene e Playlist (per vederle meglio sul palco!)
  • Scelta del colore di registrazione (ambra è il predefinito, rosso l'alternativa)
  • Apertura delle Scene e Playlist all'avvio
  • Fines
  • tra Annotazioni per ciascuna canzone
C'è anche una Wiki completa, con le istruzioni per l'avvio e l'utilizzo:

https://github.com/manucontrovento/SpinTool/wiki

mercoledì 29 agosto 2018

Un blog per tornare online

Nel 2014 ho pensato di definire un marchio che racchiudesse le produzioni mie o che facevo per altri, ad esempio il disco "Mosaico" degli Armesqual, "Sirene" delle Winonas o  "A melancholic summer" di Green Sunflower. L'idea della commistione di ingredienti sonori e geografici che da sempre metto in pratica mi ha portato ad ideare "Meltin'Pop".
Poi per qualche anno l'attività musicale in studio si è fermata.
Ora credo che "i tempi siano maturi" come si suol dire per fare rinascere Meltin'Pop e diffondere, principalmente online, le prossime produzioni.
Questa nuova partenza avviene in concomitanza con un'altra nuova avventura, ovvero l'adozione in pianta stabile del sistema Linux e della filosofia del software open source, libero e gratuito.
Alla base di questa ed altre scelte c'è quindi la messa in atto della condivisione di conoscenza e risorse informatiche e multimediali, ma anche del riuso dei materiali e della strumentazione.

Qualche link ad ascolti e recensioni di produzioni e mixaggi:

The Winonas

http://indiepercui.altervista.org/the-winonas-sirene-autoproduzione/
http://www.radiocoop.it/the-winonas-feat-gian-maria-accusani-ansia/
https://www.rockit.it/thewinonas/album/sirene/39583